Gnocchi di patate, zafferano, ragù di coniglio e pane aromatizzato al finocchietto selvatico

Giovedì gnocchi, stabiliva il menù di una volta, ma questa mia ricetta di gnocchi piacerà a tutti. Assaporare un piatto squisito come gli gnocchi di patate con un ragù leggero di coniglio che viene esaltato sia dalla dolcezza dello zafferano sia dal gusto intenso del finocchietto selvatico.

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 60 min

TEMPO DI COTTURA: 50 min

PERSONE: 4

Ingredienti

PER GLI GNOCCHI

  • 1 kg di patate
  • 300 g di farina 0
  • 1 uovo
  • sale q.b.

PER IL RAGÙ DI CONIGLIO

  • 600 g di coniglio disossato
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
  • olio evo
  • ½ cipolla rossa
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 bustina di pistilli di zafferano (Az. Totaro Rosa – Pollino)
  • semi di finocchietto selvatico (Az. Totaro Rosa – Pollino)
  • 1 fetta di pane raffermo

 

Procedimento

  1. Per prima cosa preparare gli gnocchi: lessare le patate in abbondante acqua e sale per circa 40 minuti in base alla loro grandezza. Pelarle ancora quando sono ancora calde e subito dopo schiacciarle con lo schiacciapatate.
  2. Sistemare su di una spianatoia la farina, versare le patate schiacciate, l’uovo e un pizzico di sale. Impastare il tutto con le mani fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto.
  3. Prelevare una parte dell’impasto, formare dei filoncini spessi circa 2 cm, tagliarli a tocchetti e, facendo una leggere pressione con il pollice, trascinarli sul riga gnocchi per ottenere la classica forma.
  4. Procedere così fino ad ultimare l’impasto.
  5. Successivamente preparare il ragù di coniglio. Tagliare a dadini il coniglio, cuocerlo in una padella con la cipolla tritata finemente, l’olio evo, il sale e il pepe.
  6. Insaporire la carne per qualche minuto e poi sfumare con un bicchiere di vino. A metà cottura aggiungere ½ bicchiere di acqua in cui avete fatto sciogliere i pistilli di zafferano e terminare la cottura.
  7. Nel frattempo, cuocere gli gnocchi in abbondante acqua.
  8. Tagliare la fetta di pane a tocchetti, tostarli per qualche minuto nel forno e poi insaporirli in una padella con un filo di olio evo e i semi di finocchietto precedentemente macinati.
  9. A fine cottura degli gnocchi, mantecarli per un paio di minuti nella padella con il ragù di coniglio aggiungendo i tocchetti di pane aromatizzato al finocchietto e servire.

gnocchizafferanoragùconiglio

Baccalà cotto a bassa temperatura (CBT) con crackers di ceci e spuma di acqua di baccalà

Oggi vi propongo un’altra ricetta utilizzando il metodo di cottura a bassa temperatura. Questa volta ho sperimentato con il baccalà che rimane tenerissimo e succoso… una ricetta da proporre anche in queste feste!!

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30 min

TEMPO DI COTTURA: 60minuti

PERSONE: 6

 INGREDIENTI

  • 600g di baccalà dissalato
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • polvere di peperone crusco

CRACKERS (una teglia)

  • 150 g di farina di ceci dell’azienda “Seminostrani
  • 90 mL di acqua fredda
  • 2 cucchiai di olio evo
  • ½ cucchiaino di sale
  • pepe
  • timo

 

Procedimento

  1. Eliminare la pelle dal baccalà. Tagliarlo a pezzi regolari, ungerli di olio massaggiando con cura e spolverare leggermente con del pepe bianco.
  2. Prendere un sacchetto per alimenti ed inserire i pezzi di baccalà; effettuare il sottovuoto con l’apposito macchinario.
  3. A questo punto preparare l’attrezzatura per la cottura a bassa temperatura e cuocere per 40 minuti a 68°C.
  4. Nel frattempo, preparare i crackers di ceci. Mescolare in una ciotola la farina di ceci (Azienda Seminostrani di Gennaro Mecca) con il sale e il timo. Aggiungere l’olio evo e poco alla volta, mescolando, l’acqua.
  5. Amalgamare bene gli ingredienti fino a formare un composto appiccicoso. Disporre l’impasto su di un foglio di carta forno, coprirlo con un altro foglio di carta forno spennellato di olio, e stendere con un matterello.
  6. Togliere il foglio superiore ed incidere la sfoglia per ottenere tanti triangoli o rettangoli o quadrati. Infornare a 180°C per circa 15/20 minuti, fino a quando i crackers saranno ben dorati. Sfornare e farli raffreddare.
  7. A questo punto, aprire la busta e versare il liquido creatosi nel bicchiere del minipimer ed estrarre piano i pezzi di baccalà.
  8. Con il minipimer creare una spuma o una maionese con il liquido di cottura versando a filo l’olio evo.
  9. Comporre il piatto adagiando sulla base i pezzi di baccalà versando la spuma di baccalà. Guarnire con un paio di crackers e la polvere di peperone crusco*.

 

*Volendo si può anche passare per qualche minuto la polvere di crusco in padella con un po’ di olio e versare poi sul baccalà prima di servire.

baccalàcbt1

Zuppa di farro, zucca, porcini e tartufo nero

In questi giorni ho ricevuto dei porcini freschi e un tartufo nero piccolo e mi sono subito adoperata a preparare uno dei miei “comfort food”, il cibo che mi ristora l’anima e il corpo ed ha il potere di farmi sentire coccolata ed appagata.Non è solo merito della bontà della ricetta, ma è anche questione di reazioni chimiche a livello del cervello: come per i suoni e gli odori, esistono anche sapori che, appena gustati, richiamano alla memoria momenti particolarmente belli della nostra vita facendoci stare subito bene. Un connubio tra pietanze ed emozioni perché nutrirsi, deve essere un piacere!!

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 min

TEMPO DI COTTURA: 20 min

PERSONE: 4

INGREDIENTI

  • 200 g di farro dell’azienda di Gennaro Mecca –Seminostrani
  • 1/2 zucca butternut
  • 1 tartufo nero
  • 2 o 3 porcini freschi pomodori
  • olio evo
  • pepe q.b.
  • qualche ago di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.

 

Procedimento

  1. Lavare la zucca, dividerla a metà, togliere i semi e inciderla con il coltello. Adagiare una metà della zucca sulla placca del forno rivestita di carta, irrorare con un filo di olio, un pizzico di sale e gli aghi di rosmarino tritati; chiuderla a caramella e cuocere a 200°C per 20 minuti circa.
  2. Nel frattempo, in un pentolino portare ad ebollizione l’acqua con del sale per cuocere il farro.
  3. Poi, pulire i porcini con un pennello per togliere eventuali residui di terriccio, passare un panno umido e tagliarli finemente.
  4. In una casseruola, mettere un filo di olio evo e far soffriggere appena lo spicchio di aglio, aggiungere successivamente i porcini tagliati, salare, pepare e cuocere per 15/20 minuti avendo l’accortezza di mescolare spesso.
  5. A questo punto, a cottura ultimata della zucca, tagliarla a pezzi e frullarla con il minipimer; poi scolare il farro.
  6. Nella casseruola dei porcini, aggiungere il farro, la zucca frullata ed una grattugiata di tartufo; amalgamare bene il tutto per alcuni minuti e servire aggiungendo delle scaglie di tartufo.

farrozuccaporcinitartufo

Rotolo di tacchino cotto a bassa temperatura (CBT) su crema di finocchi e curcuma

Questo anno al mio compleanno mi sono fatta regalare un elettrodomestico che dovrebbe stare in tutte le cucine: il Roner per cucina a bassa temperatura e il relativo apparecchio per il sottovuoto.

Questa tecnica di cucina mantiene la qualità organolettica e la morbidezza degli alimenti, senza aggiungere troppi grassi, e il peso con una sugosità e tenerezza mai provate.

La cottura a bassa temperatura (CBT) è una cottura lunga che permette di gestire meglio i tempi e di preparare salse o contorni da abbinare ai vostri piatti; il sottovuoto invece  garantisce un sughetto di cottura da versare sulla carne o sul pesce.

Io ho preparato un rotolo di tacchino e il risultato è stata una carne morbidissima con un’esplosione di sapori!!

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 min

TEMPO DI COTTURA: 2 ore

PERSONE: 8

 INGREDIENTI

  • 1 kg di fesa di tacchino aperta a libro
  • erbe aromatiche miste q.b. (timo, basilico, erba cipollina, origano, prezzemolo, rosmarino)
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 80 g di olive nere denocciolate
  • 60 g di pomodori secchi
  • 150 g di pancetta arrotolata
  • 1 cipolla rossa
  • olio evo
  • gli scarti di 2 finocchi
  • 1 patata media
  • curcuma q,b.

Procedimento

  1. Tagliare finemente tutte le erbe aromatiche, la metà della cipolla, i pomodori secchi e le olive. Mettere il tutto in una ciotola e condire con un po’ di sale, pepe e un filino di olio evo.
  2. Adagiare la fesa di tacchino aperta a libro su un tagliere, salare leggermente e rivestirla con le fette della pancetta arrotolata, poi disporre il trito preparato precedentemente ed arrotolare il tutto.
  3. Prendere un sacchetto per alimenti ed inserire il rotolo di tacchino e qualche rametto di timo; effettuare il sottovuoto con l’apposito macchinario.
  4. A questo punto preparare l’attrezzatura per la cottura a bassa temperatura e cuocere per 2 ore a 65°C. Trascorse le due ore, abbattere il rotolo di tacchino nella busta in acqua e ghiaccio per 10 minuti. Infine, conservarlo in frigorifero fino al suo utilizzo.
  5. Nel frattempo, preparare la crema di finocchi e curcuma. Io ho utilizzato gli scarti del finocchio cioè la parte esterna e le barbe ma si può utilizzare anche la parte nobile del finocchio. Tagliare a dadini i finocchi e la patata.
  6. In un pentolino, far soffriggere appena la restante cipolla tritata con un cucchiaino abbondante di curcuma in polvere e un filo di olio evo. Aggiungere i dadini di finocchi e patata, un pizzico di sale e un bicchiere di acqua.
  7. Cuocere a fuoco lento e a fine cottura frullarli con il minipimer.
  8. Togliere il rotolo dal frigorifero, aprire la busta e versare il liquido in un ciotola.
  9. Invece, tagliare il rotolo di tacchino a fette spesse di un paio di centimetri e scalopparle in una padella aggiungendo il loro liquido di cottura.
  10. In un piatto, mettere un paio di cucchiai di crema di finocchi e curcuma e poi adagiare sopra le fette di tacchino e servire.

79952286_1448034545360867_7690563853192527872_n

Panini al peperone crusco

Oggi una ricetta di pasta lievitata molto semplice da realizzare, ma deve essere pianificata in anticipo.

L’ impasto della ricetta proposta è arricchito con il simbolo della nostra Terra: il peperone crusco!!!.

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 min + 13 ore di lievitazione

TEMPO DI COTTURA: 50 min

PERSONE: 8

INGREDIENTI

  • 280 g di farina tipo 1
  • 30 g di olio evo
  • 12 g di lievito madre secco
  • 140 mL di acqua
  • 45 g di peperoni rossi piccoli (2 o 3)
  • 3 peperoni cruschi
  • sale q.b.

 

Procedimento

  1. Portare ad ebollizione i 140 ml di acqua, aggiungere i peperoni rossi precedentemente puliti e tagliati a listarelle. Cuocerli, farli riposare un’ora e poi frullarli fino ad ottenere un composto omogeneo.
  2. Unire il lievito alla farina, versare il composto dei peperoni ed impastare piano. Poi, aggiungere il sale e l’olio a filo.
  3. Lavorare con vigore e infine aggiungere i peperoni cruschi precedentemente passati in forno e sbriciolati.
  4. Trasferire l’impasto in una ciotola e far lievitare almeno 3 ore (io di solito faccio una lievitazione di 12 o 24 ore).
  5. A fine lievitazione, rimpastare l’impasto e formare dei panini. Adagiare i panini sulla placca del forno ricoperta da carta e lasciare lievitare un’ora circa.
  6. Preriscaldare il forno, spruzzare un p di acqua per produrre vapore e cuocere i panini a 180°C per 30 minuti circa.

72669222_610430559489440_3860977476557602816_n

Biscotti ai fichi settembrini

Questo weekend ho approfittato degli ultimi fichi della stagione ed ho preparato dei biscotti morbidi che racchiudono tutto il sapore dell’estate ormai finita…!!!

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 1ora e 30 min

TEMPO DI COTTURA: 35 min

PERSONE: 30 pezzi

 

INGREDIENTI

  • 300 g di farina 00 bio
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 uovo intero
  • buccia grattugiata di un limone
  • 1 pizzico di sale

Ripieno

  • 6 fichi bianchi o rossi
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaio raso di zucchero
  • 2 cucchiai di noci o nocciole tritati

 

Procedimento

  1. Per prima cosa lavare i fichi, lasciando la buccia se non sono stati trattati, e far asciugare.
  2. Preparare la pasta frolla lavorando velocemente lo zucchero con il burro freddo a pezzetti, il pizzico di sale e la buccia di limone grattugiata fino ad avere un composto di briciole.
  3. Aggiungere l’uovo ed infine la farina con il pizzico di lievito. Mescolare fino ad avere un impasto ben amalgamato.
  4. Trasferire su di un piano infarinato e dargli una forma sferica, coprirla con la pellicola e far riposare in frigo per almeno 30 minuti.
  5. Tagliare i fichi a pezzetti, metterli in un pentolino con la vaniglia e lo zucchero. Addensare su fuoco fino ad ottenere un composto morbido che fa la goccia gelificata.
  6. Poi, aggiungere le noci o nocciole tritati, amalgamare e far raffreddare.
  7. Riprendere la frolla, lavorarla un po’ e stenderla su di un piano infarinato ad uno spessore di circa 3 mm formando un lungo rettangolo largo circa 15 cm.
  8. A questo punto, adagiare centralmente il ripieno di fichi circa 2 cm di larghezza.
  9. Richiudere la frolla a portafoglio e ricavare i biscotti ad uno spessore di un minimo di 2.5 ad un massimo di 5 cm.
  10. Adagiare su una teglia rivestita da carta forno, i biscotti e raffreddarli in frigorifero per 30 minuti.
  11. Successivamente cuocere in forno statico a 180°C per 14/15 minuti circa fino a completa doratura.
  12. Lasciare raffreddare e spolverizzarli con zucchero a velo prima di servire.

biscottiaifichi2

Crostata di fichi e amaretti

Una crostata delicata e di una bontà incredibile, un dolce dal gusto particolare che non si dimentica… un dolce dal wow assicurato!

Il sapore degli amaretti abbinato a quello dei fichi bianchi con la croccantezza delle mandorle, fa nascere una crostata perfetta per stupire i vostri ospiti.

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 1ora e 30 min

TEMPO DI COTTURA: 35 min

PERSONE: 8

 

INGREDIENTI

  • 300 g di farina 00 bio
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 uovo intero
  • buccia grattugiata di un limone
  • 1 pizzico di sale

Ripieno

  • 8 fichi bianchi
  • 15 amaretti
  • una manciata di mandorle tritate grossolanamente

 

Procedimento

  1. Per prima cosa lavare i fichi, lasciando la buccia se non sono stati trattati, e far asciugare.
  2. Preparare la pasta frolla lavorando velocemente lo zucchero con il burro freddo a pezzetti, il pizzico di sale e la buccia di limone grattugiata fino ad avere un composto di briciole.
  3. Aggiungere l’uovo ed infine la farina con il pizzico di lievito. Mescolare fino ad avere un impasto ben amalgamato.
  4. Trasferire su di un piano infarinato e dargli una forma sferica, coprirla con la pellicola e far riposare in frigo per almeno 30 minuti.
  5. Riprendere la frolla, lavorarla un po’ e stenderla su di un piano infarinato ad uno spessore di circa 5 mm. Rivestire con i 2/3 di pasta frolla lo stampo per crostata di 24 cm precedentemente imburrato e infarinato.
  6. Bucherellare la pasta e ricoprire con gli amaretti sbriciolati e le mandorle tritate riempiendo bene tutti gli spazi e poi, adagiare sopra i fichi tagliati a metà.
  7. Stendere il resto della frolla su un foglio di carta forno, rovesciarla sui fichi e sigillare bene i bordi.
  8. Bucherellare la superficie con uno stuzzicadenti e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 35 minuti nella parte bassa del forno.
  9. Sfornare e far raffreddare; infine spolverizzare di zucchero a velo e servire.

Panini per hamburger

Oggi una ricetta dei panini per hamburger: impasto facile, così anche i meno pratici non avranno problemi a prepararli!

L’ impasto della ricetta proposta è molto semplice da realizzare, ma deve essere pianificata in anticipo e il risultato finale è sorprendente: dei panini soffici e leggeri ma compatti mantenendo bene il ripieno senza sbriciolarsi, delicati e leggermente dolci. Io ho aggiunto alla farina del peperone crusco in polvere per dare un gusto più spinto e naturalmente un tocco di colore.

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 min + 4 ore di lievitazione

TEMPO DI COTTURA: 15 min

PERSONE: 6

 

INGREDIENTI

  • 450 g di farina di tipo 1
  • 50 g di zucchero
  • 18 g di lievito madre secco
  • 180 mL di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 uovo
  • 30 g di burro (oppure olio evo)
  • 3 o 4 cucchiai di peperone crusco in polvere

Per la superficie

  • latte
  • semi di sesamo
  • semi di papavero

 

Procedimento

  1. In una ciotola, inserire la farina, la polvere di peperone crusco, lo zucchero, il lievito, il burro molto morbido e l’uovo. Unire anche l’acqua appena tiepida ed iniziare ad impastare.
  2. Appena inizia a formarsi l’impasto unire anche il sale; impastare con vigore per circa 8 minuti fino a quando diventa elastico e liscio.
  3. Formare una palla e far lievitare fino al raddoppio in una ciotola leggermente unta di olio ben coperta. Riprendere l’impasto, sgonfiarlo con le mani e formare 6 panini tondi.
  4. Mettere i panini ben distanziati su una teglia rivestita con carta da forno, coprire con un canovaccio e continuare la lievitazione per circa 1 ora, cioè fino a quando sono ben gonfi.
  5. Trascorso il tempo di lievitazione, spennellare delicatamente con il latte e decorare con i semi di sesamo o con quelli di papavero
  6. .Infine, infornare in forno caldo statico a 200° per circa 15 minuti fino alla completata doratura.
  7. Sfornare, raffreddare su una griglia e successivamente riempirli a vostro piacere.

Spaghettone con alici sotto sale e pomodori caramellati

Tra i miei piatti preferiti e, per dirla tutta, anche degli amici che vengono a casa mia (infatti me li chiedono sempre), ci sono i “pomodori caramellati”. Li preparo spesso durante la stagione estiva quando sono nel loro pieno di vitamine e sali minerali. Di solito si consumano come contorno ma, oggi, li ho abbinati alle alici sotto sale. Un abbinamento perfetto perché il caramellato del pomodoro va a contrastare la sapidità delle alici … e al palato è una esplosione di sapori!!

 TEMPO DI PREPARAZIONE: 10 min

TEMPO DI COTTURA: 40 min

PERSONE: 4

INGREDIENTI

  • 200 g di spaghettoni
  • 200 g di pomodori
  • ½ cipolla rossa
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 6/8 alici sotto sale
  • un rametto di origano fresco
  • sale q.b.
  • olio evo

 

Procedimento

  1. Per prima cosa preparare i pomodori caramellati: in una pirofila mettere i pomodori tagliati in due o quattro parti e la cipolla tagliata a fettine. Aggiungere del sale e l’olio evo, mescolare bene e poi spolverizzare la superficie con lo zucchero di canna. Coprire con carta argentata e cuocere nel forno a 200°C per 30/35 minuti circa. I pomodori caramellati possono essere preparati anche il giorno prima.
  2. Successivamente, in una padella, mettere un filo di olio evo, le foglioline di origano fresco e le alici dopo aver tolto il sale sotto acqua corrente.
  3. Far sciogliere le alici e spegnere (ci vogliono circa 5 minuti).
  4. Nel frattempo, lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente, mettendo da parte un paio di mestoli di acqua di cottura.
  5. Mantecare gli spaghettoni nella padella aggiungendo l’acqua di cottura sia per dare una maggiore cremosità sia per regolare la sapidità finale del piatto.
  6. In ultimo aggiungere i pomodori caramellati e servire con qualche fogliolina di origano fresco.

spaghettonealicisottosalepomodoricaramellati2

Torta di fichi freschi e mandorle

I fichi quest’anno si sono fatti attendere e al primo raccolto ho fatto una torta pazzesca!! Una torta dal sapore eccezionale, umida al punto giusto, arricchita dalle mandorle che danno una nota di croccantezza … insomma è gustosissima!!

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 min

TEMPO DI COTTURA: 45 min

PERSONE: 8

INGREDIENTI

  • 100 g di farina 0 biologica
  • 6 fichi freschi
  • 2 uova intere
  • 80 g di burro oppure di olio evo leggero
  • 80 g di zucchero di canna
  • 100 g di mandorle tritate
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

 

Procedimento

  1. Lavare i fichi e tagliarli a fettine lasciando la buccia se non sono stati trattati.
  2. Lavorare con le fruste elettriche il burro morbido con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso. Unire le mandorle tritate e continuare a mescolare.
  3. Sempre mescolando, aggiungere le uova ed infine la farina setacciata con il lievito ed il pizzico di sale.
  4. Rivestire una teglia da 22 cm con carta forno e versare l’impasto. Livellare con una spatola e disporre sopra i fichi.
  5. Cuocere per circa 45 minuti a 175°C. Sfornare e lasciare raffreddare prima di gustarlo.